Rilastil Gravidanza utilizza la tecnologia dei Cookies - tecnici e di terze parti - per offrire la migliore esperienza Web possibile. La navigazione su gravidanza.rilastil.it prevede il consenso spontaneo all'accettazione dei termini e delle condizioni previste.
Per ulteriori dettagli consulta l'apposita pagina.

e scopri i contenuti che ti abbiamo dedicato!

La prima visita, quando e dove farla?

LA PRIMA VISITA, QUANDO E DOVE FARLA?

LA PRIMA VISITA, QUANDO E DOVE FARLA?

QuandoLa prima visita deve essere effettuata possibilmente entro la 10a settimana di gravidanza. La necessità di un incontro precoce in gravidanza è motivata dal fatto che nel corso della prima visita la futura mamma ha bisogno di chiedere numerose informazioni. Inoltre il medico deve valutare se esistono dei problemi. In presenza di difficoltà o patologie, il medico potrà pianificare il percorso individuale più idoneo a risolvere le problematiche specifiche.Durante la prima visita, oltre a...

Quando
La prima visita deve essere effettuata possibilmente entro la 10a settimana di gravidanza. La necessità di un incontro precoce in gravidanza è motivata dal fatto che nel corso della prima visita la futura mamma ha bisogno di chiedere numerose informazioni.
Inoltre il medico deve valutare se esistono dei problemi.
In presenza di difficoltà o patologie, il medico potrà pianificare il percorso individuale più idoneo a risolvere le problematiche specifiche.
Durante la prima visita, oltre alla raccolta dei dati, sarà valutato il tuo peso, la tua pressione arteriosa, ti verranno fatte domande sulla salute tua e del futuro papà e sarà compilata la tua cartella della gravidanza.
Ti verranno chiesti esami del sangue e delle urine: screening di emoglobinopatie, emogruppo, emocromo, glicemia, anticorpi antieritrociti, test per HIV, sifilide, rosolia, toxoplasmosi e citomegalovirus.
Sarà valutata la funzionalità del fegato e dei reni. In casi particolari il medico potrà richiedere esami aggiuntivi.
Ti verranno offerte informazioni sulle possibilità di screening e di diagnosi prenatale della sindrome di Down o Trisomia 21.
Verrà eseguita l’ecografica per determinare, nei casi di incertezza, l’epoca gestazionale, la sede di impianto della gravidanza, l’attività cardiaca del feto e anche la gemellarità.

Dove
La futura mamma può scegliere di farsi seguire presso le strutture del Sistema Sanitario Nazionale, come i Consultori Familiari, gli ambulatori del territorio e gli ambulatori dedicati alla gravidanza degli Ospedali, presso strutture convenzionate, in strutture private, o dal suo ginecologo di fiducia.
In casi particolari, per le cosiddette gravidanze ad alto rischio, saranno queste strutture stesse ad indirizzarla verso ospedali di terzo livello, in grado di garantire le cure ad alta specializzazione richieste.
Ricordati: se non hai problemi di salute, la tua gravidanza è un evento fisiologico, che ha in sé tutte le risorse per un’evoluzione positiva.
Non dimenticare: anche in gravidanza il tuo medico di base può aiutarti e consigliarti con professionalità per tutto il percorso.

Continua a leggere
Torna agli articoli delle altre tematiche