Rilastil Gravidanza utilizza la tecnologia dei Cookies - tecnici e di terze parti - per offrire la migliore esperienza Web possibile. La navigazione su gravidanza.rilastil.it prevede il consenso spontaneo all'accettazione dei termini e delle condizioni previste.
Per ulteriori dettagli consulta l'apposita pagina.

e scopri i contenuti che ti abbiamo dedicato!

Depilazione e tinta capelli in gravidanza, alcune risposte

Depilazione e tinta capelli in gravidanza, alcune risposte

Amare se stesse è il primo passo per amare gli altri e per affrontare con il sorriso e con serenità tutte le fasi di una gravidanza. Le rotondità che caratterizzano questo periodo sono l’emblema della nostra femminilità e della vita che stiamo per dare e non dobbiamo mai dimenticarci di sentirci belle e a nostro agio con il corpo che cambia. Per questo concediamoci rituali di benessere e di cura di noi stesse, riservandoci momenti dedicati alla depilazione e alla cura dei capelli.Depilazio...

Amare se stesse è il primo passo per amare gli altri e per affrontare con il sorriso e con serenità tutte le fasi di una gravidanza. Le rotondità che caratterizzano questo periodo sono l’emblema della nostra femminilità e della vita che stiamo per dare e non dobbiamo mai dimenticarci di sentirci belle e a nostro agio con il corpo che cambia. Per questo concediamoci rituali di benessere e di cura di noi stesse, riservandoci momenti dedicati alla depilazione e alla cura dei capelli.

Depilazione. Per la gioia di molte, nel periodo della gestazione la maggiore quantità di estrogeni limita la crescita dei peli superflui e rende più agevoli le operazioni di rimozione. In generale, soprattutto a partire dal secondo trimestre, quando il pancione inizia a crescere, meglio evitare le soluzioni fai-da-te e posizioni scomode, preferendo affidarsi a mani esperte. Le cerette a caldo sono sconsigliate perché lo strappo potrebbe favorire la comparsa di capillari e varici, soprattutto in periodo di particolare sensibilità come quello della gravidanza. Bandite anche le creme depilatorie, che contengono delle sostanze aggressive che possono risultare dannose per la pelle delicata delle donne in dolce attesa. Meglio servirsi di una comune pinzetta per rimuovere sopracciglia, baffetti, o peli sparsi che potrebbero comparire intorno ai capezzoli. Nel caso di gambe e inguine meglio optare per metodi più soft come la ceretta a freddo, ma solo se non soffriamo di vene varicose o non abbiamo i capillari particolarmente delicato, o il rasoio: in questo caso è importante essere molto delicate per evitare ferite e inumidire e insaponare la pelle prima di procedere con l’operazione. In ogni caso, ricordiamo sempre di applicare una crema lenitiva e idratante delicata dopo le operazioni di depilazione.

Tinta per capelli. In gravidanza, le sostanze chimiche sono da evitare anche quando si tratta di tintura. Stesso principio vale per l’ammoniaca, per cui è consigliabile procedere con tinture per capelli a base naturale, attendendo magari la fine del primo trimestre, quello più delicato, e affidandosi a mani esperte. Un’alternativa alle colorazioni chimiche è rappresentata dall’henné, una tintura naturale che si ricava dalla pianta con lo stesso nome e che spesso viene miscelata con altri pigmenti naturali, con proprietà seboregolatrici e riequilibranti. Nel dubbio, o in caso di disturbi al cuoi capelluto, consulta sempre il tuo medico di fiducia.

Continua a leggere
Depilazione e tinta capelli in gravidanza, alcune risposte
Torna agli articoli delle altre tematiche