Rilastil Gravidanza utilizza la tecnologia dei Cookies - tecnici e di terze parti - per offrire la migliore esperienza Web possibile. La navigazione su gravidanza.rilastil.it prevede il consenso spontaneo all'accettazione dei termini e delle condizioni previste.
Per ulteriori dettagli consulta l'apposita pagina.

e scopri i contenuti che ti abbiamo dedicato!

Gli animali domestici, a cosa fare attenzione

Gli animali domestici, a cosa fare attenzione

Animali domestici e donne in dolce attesa possono assolutamente convivere, a patto che si rispettino alcune regole di igiene e di educazione. La vicinanza tra una futura mamma e un cane e un gatto può anche essere molto positiva per il benessere psicofisico della donna. Se l’animale domestico vive con noi da tempo, accertiamoci di aver fatto tutte le vaccinazioni del caso e per sicurezza sottoponiamolo a un ulteriore controllo di un veterinario. Se invece la nostra gravidanza coincide con l...

Animali domestici e donne in dolce attesa possono assolutamente convivere, a patto che si rispettino alcune regole di igiene e di educazione. La vicinanza tra una futura mamma e un cane e un gatto può anche essere molto positiva per il benessere psicofisico della donna. Se l’animale domestico vive con noi da tempo, accertiamoci di aver fatto tutte le vaccinazioni del caso e per sicurezza sottoponiamolo a un ulteriore controllo di un veterinario. Se invece la nostra gravidanza coincide con l’arrivo di un cucciolo sarà necessario procedere alla sverminazione e agli antiparassitari oltre che ai vaccini.

Cane

Non esistono controindicazioni alla convivenza tra donna in stato interessante e cane. Se si tratta di cuccioli, bisogna fare attenzione ad educarli fin da subito a non lasciare in giro la pipì (che può essere pericolosa perché potrebbe causare scivolamenti ) e a non tirare troppo (per evitare il rischio di cadute). Bisogna accertarsi sempre della provenienza dell’animale e consultarsi con il veterinario sulle vaccinazioni. In caso di un esemplare già adulto, ricordiamoci di prepararlo all’arrivo di un altro membro della famiglia, insegnandogli gradualmente quali sono le zone e gli oggetti off limits come culla, passeggino e biancheria del futuro bebè. Avere un animale domestico può avere anche gradevoli vantaggi per una futura mamma: approfittiamo dei giretti giornalieri con il nostro cane per camminare e attivare la circolazione delle gambe e prendere una boccata di aria fresca.

Gatto

Le preoccupazioni sulla convivenza tra donna incinta e gatto sono dovuta al rischio di contrarre la toxoplasmosi, una malattia causata da un piccolo organismo, un protozoo che si chiama Toxoplasma gondii, che negli adulti è spesso asintomatica, ma che può risultare molto pericolosa per il feto, portando a danni cerebrali anche gravissimi. La toxoplasmosi si può contrarre assumendo carne cruda o cotta non a sufficienza, vegetali non lavati o lavati male, oppure se la gestante entra a contatto con animali infetti, come il gatto, che diffonde il parassita attraverso le feci. Per questa ragione, se possedete un gatto e siete in stato interessante è consigliabile pulire la lettiera giornalmente con guanti di gomma e mascherina o chiedere aiuto a qualcun altro per questa pratica, almeno per i mesi della gravidanza!

Altri animali

Nel caso di volatili come come pappagalli o canarini, il rischio, anche se raro, è di contrarre la psittacosi, una malattia respiratoria. Rara è anche la possibilità di contrarre la Coriomeningite Linfocitaria, una malattia virale che attacca i criceti, ma se il vostro animale è stato controllato dal veterinario ed è sempre vissuto in casa non correte pericoli. Per essere prudenti, meglio comunque delegare a qualcuno le operazioni di pulizia della lettiera del gatto, della gabbietta di piccoli roditori e della voliera, assicurandosi che siano sempre disinfettate con ammoniaca.

Continua a leggere
Gli animali domestici, a cosa fare attenzione
Torna agli articoli delle altre tematiche